Tu sei qui

La fioritura

La pianta dell'eterna primavera

Diversamente da quel che accade alle nostre latitudini, il ciclo della fioritura e della maturazione delle piante di caffè non è scandito dal susseguirsi delle stagioni: la pianta della Coffea, infatti, cresce nelle zone equatoriali e tropicali di America, Africa ed Asia, dove il clima è sempre primaverile o estivo temperato. È invece l'arrivo della pioggia che avvia, nel volgere di un paio di settimane, la fioritura bianca e profumata delle piante di caffè.

Ogni pioggia da l'avvio ad un nuovo ciclo di fioritura, cosicché sulla pianta è normale trovare - contemporaneamente - fiori appena sbocciati, frutti acerbi o in via di maturazione, frutti maturi. Le foglie sono appaiate e opposte: la forma è ovale, il colore verde scuro, la consistenza decisamente carnosa, il contorno ondulato, simile a quello dell’alloro.

Dopo la fioritura sono necessari altri otto/nove mesi perchè le piante si carichino di frutti. Sono bacche lucide, rosse e carnose - un po' come le ciliegie - all'interno delle quali maturano uno/due semi di forma ovale e rivestiti da due membrane: all'esterno il "pergamino", all'interno la "pellicola argentea": sono questi semi - di piccole dimensioni e caratterizzati da un sottile solco nel mezzo - che diventeranno il chicco di caffè verde. Essi costituiscono l’unica parte della pianta che viene utilizzata nella produzione del caffè.

hide